venerdì 15 febbraio 2013

Contro il caro tariffe arriva il contratto Rc Auto base


Siamo forse davanti alla tanto auspicata svolta nel campo della giungla dei contratti Rc Auto. Infatti con una circolare il Ministero dello Sviluppo Economico fa sapere che dal primo maggio 2013 sarà introdotto il cosiddetto "Contratto base" una disposizione che dovrebbe favorire un calo dei prezzi in questo settore.
Perché ciò si verifichi bisognerà però attendere in ultima istanza l'approvazione definitiva da parte Consiglio di Stato e superare il vaglio della Corte dei Conti.

Entrando nel dettaglio scopriamo che l'introduzione di questo auspicato "Contratto base" porterà alla nascita di un pacchetto standard per tutte le Rc Auto offerte dalle varie compagnie assicurative.
In base a parametri predefiniti e condivisi riguardanti il contraente ed il modello dell'auto da assicurare, si provvederà  alla definizione del premio del contratto base. A parte sarà indicato il prezzo di ogni singola polizza ed eventuali servizi aggiuntivi. Ciò agevolerà il consumatore nella fase di comparazione e scelta.

Inoltre la legge riguardante il contratto base prevede caratteristiche ben precise:
  • Massimale minimo di 5 milioni di euro con limite di 1 milioni di euro per danni a persone e cose
  • Nessuna  franchigia
  • Tariffa «Bonus Malus»
  • Guida libera (il mezzo sarà assicurato a prescindere da chi lo guida)
  • Nuovi limiti alle rivalse delle compagnie nei confronti degli assicurati. (esclusa la guida in stato d'ebbrezza ed il consumo di droghe). 
Insomma, dopo l'abolizione del tacito rinnovo questo contratto base va nella giusta direzione promuovendo maggiore trasparenza ed innescando un circolo virtuoso che potrà calmierare i rincari pazzi delle rc auto di questi ultimi anni.
Posta un commento